Nuove misure a sostegno dei media

Presseförderung 2 teaser

Il 28 agosto 2019 il Consiglio federale si è espresso a favore di misure efficaci e di rapida attuazione a sostegno dei media online e dei giornali. Nella prima metà del 2020 sottoporrà al Parlamento un pacchetto di misure a sostegno dei media che prevede risorse finanziarie in favore dei media online. Inoltre, un numero maggiore di quotidiani e settimanali beneficerà del sostegno indiretto alla stampa. Il Consiglio federale rinuncia a una nuova legge federale sui media elettronici.

In Svizzera i media rivestono un ruolo importante nella democrazia e nella politica statale. Forniscono informazioni alla popolazione rendendo così possibili i dibattiti, che sono indispensabili per la democrazia diretta. Gli introiti dei giornali sono però in continuo calo, ne conseguono accorpamenti di redazioni e soppressioni di posti. Al contempo le imprese mediatiche devono investire nella digitalizzazione. Il Consiglio federale ritiene pertanto opportuna e necessaria l'introduzione di misure efficaci e di rapida attuazione a sostegno dei media. Il 28 agosto 2019 ha così deciso un pacchetto di misure che richiede l'adeguamento di alcune leggi esistenti. Rinuncia quindi a una legge federale sui media elettronici.

Sostegno ai media online

la popolazione si informa infatti sempre di più attraverso le offerte su Internet. La loro importanza per la politica democratica è in crescita. La disponibilità a pagare per le offerte mediatiche digitali è ancora ridotta; è difficile finanziarsi tramite abbonamenti e pubblicità. Per questo motivo il Consiglio federale vuole orientare il sostegno ai media online al fatturato generato dalle offerte digitali a pagamento. Chi vende contenuti mediatici digitali e mira in questo modo a una finanziabilità a lungo termine delle prestazioni giornalistiche nel settore online, beneficia di un sostegno. A medio termine il Consiglio federale prevede un fabbisogno a livello di finanziamenti di 50 milioni di franchi all'anno. Il sostegno presuppone fra l'altro una determinata quota di contenuti redazionali, un'offerta continua e il rispetto di standard giornalistici.

Inoltre, nel pacchetto di misure sono previste possibilità di sostegno volte a rafforzare l'intero settore mediatico: istituti di formazione e perfezionamento, agenzie di stampa, organizzazioni di autoregolamentazione e progetti IT a favore dei media elettronici.

Il Consiglio federale non intende modificare le condizioni quadro cui sottostanno tali media.

 

Estensione del sostegno indiretto alla stampa

La stampa beneficia già oggi di riduzioni sui costi della distribuzione postale dei giornali. Il Consiglio federale propone di estendere la cerchia di quotidiani e settimanali in abbonamento aventi diritto. Intende così abolire il limite massimo della tiratura, attualmente fissato a 40'000 esemplari. Inoltre, dovrebbero beneficiare di una riduzione sui costi di distribuzione anche i giornali che appartengono a una rete di edizioni locali con propria testata. In futuro beneficeranno annualmente di queste misure circa 35 milioni di copie di giornali in più.

In aggiunta, la riduzione per esemplare andrebbe aumentata affinché anche i giornali con una bassa tiratura ricevano più sostegno rispetto ad oggi. Si aiuterebbe così maggiormente anche la stampa locale e regionale. Il sostegno aggiuntivo implica un aumento del contributo federale dagli attuali 30 milioni a 50 milioni di franchi e un adeguamento della legge sulle poste.

Sovvenzioni per la stampa precedente

 

Calendario dei lavori

Il 28 agosto 2019 il Consiglio federale si è espresso a favore di misure efficaci e di rapida attuazione a sostegno dei media online e dei giornali. Nella prima metà del 2020 sottoporrà al Parlamento un pacchetto di misure a sostegno dei media che prevede risorse finanziarie in favore dei media online.

Ufficio federale competente

Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM

Legge sui media elettronici

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/communicazione/nuove-misure-a-sostegno-dei-media.html