Giornata delle infrastrutture 2014: riflessioni sul «Mobility Pricing» in Svizzera

Berna, 24.10.2014 - La Giornata delle infrastrutture 2014 del Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC), tenutasi oggi all’Università di San Gallo, era dedicata al Mobility Pricing. Il Mobility Pricing permette di sfruttare meglio le infrastrutture esistenti e di attenuare il traffico durante le ore di punta. Rimangono tuttavia da risolvere ancora numerose questioni tecniche, finanziarie e politiche, ha affermato la Consigliera federale Doris Leuthard. Nel corso della Giornata sono stati presentati e discussi diversi modelli per il traffico stradale e per i trasporti pubblici. Questi modelli sono oggetto di un’analisi approfondita nel quadro di un rapporto strategico.

La mobilità aumenta, ma lo spazio e i mezzi finanziari per un ulteriore potenziamento di strade e ferrovia sono limitati. È perciò fondamentale sfruttare meglio le infrastrutture di traffico esistenti e  finanziarle sulla base del principio di causalità. Per queste ragioni il DATEC ha deciso di dedicare l'intera Giornata delle infrastrutture 2014 al tema «Mobility Pricing». La manifestazione è stata organizzata come sempre in collaborazione con il professor Matthias Finger, titolare della cattedra Management of Network Industries (MIR).

Dopo una contestualizzazione politica introduttiva da parte della Consigliera federale Doris Leuthard, Rudolf Dieterle, Direttore dell'Ufficio federale delle strade (USTRA), e Peter Füglistaler, Direttore dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT), hanno presentato i diversi modelli per il traffico stradale e per i trasporti pubblici, fornendo quindi anche informazioni sul rapporto strategico che il DATEC presenterà il prossimo anno al Consiglio federale. Il professor Wolfgang Stölzle, titolare della cattedra di management della logistica all'Università di San Gallo, si è concentrato in particolare sui sistemi di pedaggio, mentre Siebe Riedstra, Segretario generale del Ministero delle infrastrutture e dell'ambiente dei Paesi Bassi, ha tenuto una relazione sulle esperienze maturate nei Paesi Bassi in merito alle tasse  commisurate all'utilizzo dell'infrastruttura.

Il Mobility Pricing consente di attenuare il traffico durante le ore di punta. «Le attuali ricerche hanno evidenziato che questi modelli sono in linea di massima percorribili anche in Svizzera», ha affermato la Consigliera federale Doris Leuthard al termine della Giornata. «Tuttavia -  ha aggiunto - rimangono diverse questioni da risolvere».  Questioni che andranno analizzate in modo approfondito prima di un eventuale cambiamento. Per la Consigliera federale Leuthard è inoltre chiaro che: «Con il Mobility Pricing gli utenti non si vedranno aumentare le spese, ma dovranno pagare la mobilità con altre modalità. Le soluzioni per l'utenza dovranno essere più semplici, eque e trasparenti.»  Queste considerazioni sono state riprese anche dal professor Finger, che ha animato la discussione finale della Giornata in presenza di rappresentanti del mondo politico, della logistica e del settore commerciale.

La Giornata delle infrastrutture è giunta alla sua terza edizione. Nel 2013 il tema trattato riguardava l'efficienza energetica e nel 2012 il trasferimento del traffico merci.


Indirizzo cui rivolgere domande

DATEC, Servizio stampa, tel. +41 58 462 55 11



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ufficio federale delle strade USTRA
http://www.astra.admin.ch

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/media/comunicati-stampa.msg-id-54945.html