Svizzera e Marocco intensificano la cooperazione nel settore dei trasporti

Berna, 06.09.2019 - La consigliera federale Simonetta Sommaruga e il ministro dei trasporti del Marocco Abdelkader Amara hanno firmato oggi una dichiarazione d'intenti finalizzata a una più intensa cooperazione tra i due Paesi in materia di trasporto stradale e ferroviario. L'intesa è stata siglata sul treno in viaggio per Erstfeld (UR). I due ministri hanno visitato il centro di controllo del traffico pesante di Ripshausen che oggi, alla presenza della consigliera federale Sommaruga, festeggia i 10 anni di esercizio. Nella giornata di ieri la delegazione marocchina ha inoltre avuto la possibilità di visitare la galleria di base del Ceneri.

In questi anni il Marocco sta potenziando la propria rete ferroviaria ad alta velocità. Una prima linea tra Tangeri e Casablanca è stata inaugurata nel novembre 2018. Il tempo di percorrenza tra queste due città si riduce da cinque a due ore. Nel quadro della «Strategia ferrovia 2040», è previsto da un lato di allungare la linea fino a Marrakesch e Agadir e, dall'altro, di costruire un'ulteriore linea tra Rabat e Oujda. La Svizzera vanta una lunga esperienza in materia di pianificazione, finanziamento e costruzione di grandi infrastrutture di trasporto e diverse ditte elvetiche di punta sono attive nel campo della costruzione di gallerie; entrambi i Paesi sono pertanto interessati a una cooperazione più intensa. Durante il viaggio in treno verso Erstfeld, la consigliera federale Simonetta Sommaruga e il ministro dei trasporti del Marocco Abdelkader Amara hanno così firmato una dichiarazione d'intenti volta a intensificare la cooperazione nel campo del trasporto stradale e ferroviario. «Vale la pena promuovere gli scambi in questi settori», ha dichiarato la consigliera federale Sommaruga.

Dopo la firma la consigliera federale Sommaruga e il suo omologo marocchino hanno visitato il centro di controllo del traffico pesante di Ripshausen; anche la sicurezza stradale è uno dei temi oggetto di una cooperazione più intensa tra i due Paesi. Su incarico della Confederazione, a Ripshausen la polizia cantonale esegue controlli di conducenti, veicoli pesanti e carichi. Tali controlli permettono di migliorare la sicurezza stradale, di rafforzare la politica di trasferimento e di garantire pari condizioni per la strada e la ferrovia. Nel pomeriggio la consigliera federale Sommaruga ha pertanto partecipato a una cerimonia per i 10 anni di esercizio del centro di controllo. Nella giornata di ieri la delegazione marocchina ha avuto la possibilità di visitare la galleria di base del Ceneri.


Indirizzo cui rivolgere domande

Annetta Bundi, Servizio stampa DATEC, tel. +41 78 646 38 80



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/media/comunicati-stampa.msg-id-76317.html