Dichiarazione ministeriale sul traffico merci ferroviario

Il 22 maggio la consigliera federale Sommaruga e il suo omologo tedesco Andreas Scheuer hanno sottoscritto a Lipsia una dichiarazione ministeriale sul traffico merci ferroviario volta ad assicurare in Germania sufficienti capacità sulle tratte di accesso ad Alptransit fino a quando la linea della valle del Reno non sarà quadruplicata fra Basilea e Karlsruhe.

Grazie alla costruzione delle nuove gallerie ferroviarie di base del Lötschberg, del San Gottardo e del Ceneri, alla fine del 2020 la linea transalpina totalmente pianeggiante sarà realtà. Affinché i trasportatori possano sfruttare pienamente i miglioramenti che tale linea comporta, devono essere assicurate le necessarie capacità anche sulle tratte di accesso.

Firma della dichiarazione ministeriale

La dichiarazione ministeriale indica come assicurare sufficienti capacità attraverso alcuni potenziamenti locali dell'infrastruttura (p. es. nel nodo di Offenburg) e miglioramenti a livello dell'orario e della gestione del traffico, come per esempio nel cambio dei macchinisti. «Grazie alle misure contenute nella dichiarazione ministeriale possiamo mettere a disposizione del traffico merci capacità sufficienti», ha affermato la consigliera federale Sommaruga al momento della firma. «Sono molto soddisfatta. In questo modo rafforziamo la politica svizzera di trasferimento del traffico.»

Qualità e puntualità

Dopo i colloqui a livello ministeriale, si è svolto un incontro, organizzato da Svizzera e Germania, dei rappresentanti dei Paesi del corridoio ferroviario, cioè Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo e Svizzera, della Commissione UE, delle imprese ferroviarie e dei gestori dell'infrastruttura, incentrato sulle misure da adottare per migliorare la qualità e la puntualità del traffico merci ferroviario. I ritardi accumulati dai convogli causano costi elevati e riducono la competitività della ferrovia. La consigliera federale Sommaruga ha ammonito che tutti gli attori – imprese ferroviarie, caricatori, gestori dei termina e dell'infrastruttura - devono assumersi le proprie responsabilità. I partecipanti hanno convenuto di voler proseguire gli sforzi per semplificare il traffico transfrontaliero. Sono attualmente in corso, per esempio, lavori per uniformare a livello europeo l'omologazione del materiale rotabile.  

Simonetta Sommaruga visita il treno di Noè

Il convoglio è stato dipinto con motivi di animali da vari artisti di strada, su iniziativa delle imprese ferroviarie europee per il trasporto merci e in vista della Conferenza mondiale sul clima tenutasi a Katowice nel dicembre 2018. Da allora, ha fatto tappa a Vienna, Berlino, Parigi, Bruxelles e Roma e il 22 maggio 2019 è arrivato a Lipsia. Il suo viaggio proseguirà anche in altri Paesi europei. Con il treno di Noè si intende promuovere la protezione del clima e il trasferimento del traffico merci su rotaia.

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/simonetta-sommaruga-consigliera-federale/manifestazioni/besuch-leipzig-2019.html