Giornata internazionale della biodiversità

Il 22 maggio di ogni anno si celebra la Giornata mondiale della biodiversità. In quest'occasione la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha visitato in Turgovia una scuola agraria impostata alla produzione sostenibile e una fattoria bio.

 

La biodiversità è la base della vita umana. Abbiamo bisogno delle api e di altri insetti che impollinano le nostre piante e i nostri alberi. Su tutti i continenti, però, tante specie animali e vegetali stanno scomparendo. In Svizzera è minacciato un terzo di tutte le specie. L'economia e la società devono quindi trovare la strada per un futuro ecologico. È quanto ha sostenuto anche la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga in occasione della Giornata mondiale della biodiversità, durante la quale ha visitato una scuola agraria moderna e una fattoria bio.

«La biodiversità è indispensabile per la nostra vita e per le attività economiche. Conservarla e promuoverla è quindi nell'interesse ed è responsabilità di tutti.»

 

Arenenberg

Fattoria bio di Peter Schweizer

Con questa visita sul campo la presidente della Confederazione ha voluto farsi un'idea di come si possa tutelare la diversità delle specie. L'agricoltura ha una grande responsabilità. Essa è strettamente legata alla biodiversità e ha bisogno di quest'ultima. Allo stesso tempo, però, continua a metterla fortemente a rischio attraverso lo sfruttamento intensivo dei terreni. La Confederazione accompagna pertanto gli agricoltori svizzeri nel cammino verso una produzione sostenibile e resistente.

In generale, una biodiversità sana ha bisogno di spazi e terreni di buona qualità. Oltre all'agricoltura ricoprono qui un ruolo importante anche i parchi svizzeri: essi si contraddistinguono non solo per la bellezza dei paesaggi ma anche perché offrono le basi per una biodiversità ricca.

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/simonetta-sommaruga-presidente-della-confederazione/manifestazioni/internationaler-tag-der-biodiversitaet-2020.html