Cronologia relativa alla Strategia energetica 2050

Strategia energetica 2050: sintesi delle tappe politiche decisive  

Cronologia strategia energetica

21 maggio 2017: L’elettorato ha accolto la nuova legge sull’energia.
Dossier

1 febbraio: Il Consiglio federale avvia la consultazione sulla revisione delle ordinanze relative al primo pacchetto di misure della Strategia energetica 2050.
Comunicato stampa

31 gennaio: Il referendum contro la legge federale del 30 settembre 2016 sull’energia (LEne) è riuscito. L’oggetto sarà quindi sottoposto alla votazione popolare del 21 maggio 2017.
Cancelleria federale: comunicato stampa

27 novembre 2016: Il Popolo ha respinto l'iniziativa per l'abbandono del nucleare (54,2% no). L'iniziativa aveva lo scopo di vietare la costruzione di nuove centrali nucleari in Svizzera e di limitare il periodo di attività di quelle esistenti. Il Consiglio federale e il Parlamento avevano raccomandato di respingere l'iniziativa perché il suo accoglimento avrebbe comportato uno spegnimento precipitato delle centrali nucleari svizzere.
Dossier

Sessione autunnale 2016: approvazione del primo pacchetto di misure della strategia energetica da parte di Consiglio nazionale e Consiglio degli Stati nel quadro della votazione finale.
Decisione del Parlamento

13 aprile 2016: adozione del messaggio relativo alla legge
federale sulla trasformazione e sull’ampliamento delle reti elettriche (Strategia Reti elettriche).
Comunicato stampa del Consiglio federale  

Sessione primaverile, estiva o autunnale 2016: il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati svolgono la procedura di eliminazione delle divergenze del primo pacchetto di misure della Strategia energetica, che si concluderà con il voto finale.
Stato delle deliberazioni dopo la sessione estiva 2016 (Powerpoint)
Delle differenze (Bollettino ufficiale)

28 ottobre 2015: adozione del messaggio concernente un sistema d’incentivazione nel settore del clima e dell’energia (articolo costituzionale)
Comunicato stampa del Consiglio federale

Sessione autunnale 2015: deliberazione e adozione del primo pacchetto di misure della Strategia energetica da parte del Consiglio degli Stati
Parlamento: seconda camera

Gennaio - agosto 2015: la Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio degli Stati (CAPTE-S) delibera sul primo pacchetto di misure della Strategia energetica.
CAPTE-S: Comunicato stampa

Sessione invernale 2014: deliberazione e adozione del primo pacchetto di misure della Strategia energetica da parte del Consiglio nazionale
Parlamento: Camera prioritaria

Gennaio - dicembre 2014: la Commissione dell'ambiente, della pianificazione del territorio e dell'energia del Consiglio nazionale (CAPTE-N) delibera sul primo pacchetto di misure della Strategia energetica.
CAPTE-N: Comunicato stampa

4 settembre 2013: adozione del messaggio relativo al primo pacchetto di misure della Strategia energetica 2050
Consiglio federale: Comunicato stampa

13 giugno 2013: il Parlamento aumenta i mezzi finanziari per incentivare le energie rinnovabili. Nel caso degli impianti fotovoltaici compresi tra 10 e 30 kilowatt, i proprietari possono optare o per la rimunerazione unica o per la rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC). Nel contempo, per le imprese a elevato consumo di elettricità, il Parlamento ha ampliato le possibilità di rimborso del supplemento rete.
Informazioni dell’UFE

31 gennaio 2013: fine della procedura di consultazione
UFE: Comunicato stampa

28 settembre 2012: il Consiglio federale pone in consultazione il primo pacchetto di misure della Strategia energetica 2050.
Consiglio federale: Comunicato stampa

22 marzo 2013: il Parlamento si esprime a favore dello stanziamento di mezzi di incentivazione supplementari, per un totale di 202 milioni di franchi, a favore della ricerca energetica nel quadriennio 2013-2016.

6 dicembre 2011: il Parlamento si esprime a favore dell’abbandono graduale dell’energia nucleare e incarica il Consiglio federale di sottoporgli una Strategia energetica di ampia portata. Obiettivo: garantire un approvvigionamento elettrico possibilmente indipendente dalle importazioni dall’estero, senza mettere a repentaglio globalmente la piazza economica e di ricerca svizzera. La mozione «Abbandono graduale dell’energia nucleare», inoltrata da Roberto Schmidt, viene accolta da entrambe le Camere.
Mozione 11.3436 Schmidt Roberto

25 maggio 2011: il Consiglio federale decide di abbandonare gradualmente l’energia nucleare senza peraltro mettere in pericolo la sicurezza di approvvigionamento. Le attuali centrali nucleari saranno disattivate progressivamente al termine del loro ciclo di vita, stabilito in funzione di criteri di sicurezza tecnici, e non verranno sostituite da nuovi impianti.
Consiglio federale: Comunicato stampa

14 marzo 2011: il DATEC sospende le procedure in corso per il rilascio di autorizzazioni di massima per nuove centrali nucleari.
DATEC: Comunicato stampa

11 marzo 2011: incidente nucleare di Fukushima

Contatto

Segreteria generale
Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni DATEC

Kochergasse 6
CH-3003 Berna

Tel.
+41 58 462 55 11

info@gs-uvek.admin.ch

Altri contatti

Stampare contatto

Ufficio federale competente

Ufficio federale dell'energia UFE
Tema Strategia energetica 2050

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/energia/strategia-energetica-2050/cronologia-e-grafici.html