Commemorazione in memoria delle vittime dell’olocausto

Domenica 19 gennaio 2020 la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha ricevuto a Berna alcuni sopravvissuti all'olocausto per uno scambio personale. Era accompagnata da un gruppo di studenti dell’università di Berna. L'incontro si è svolto nell'ambito della commemorazione della liberazione di Auschwitz, che sarà celebrata per la 75esima volta il prossimo 27 gennaio. «Non possiamo cancellare gli errori del passato. Ma possiamo trarne degli insegnamenti, mantenendo gli occhi aperti e spirito critico», ha sottolineato la presidente della Confederazione Sommaruga nel suo messaggio, pronunciato in occasione della Giornata internazionale di commemorazione in memoria delle vittime dell’olocausto.

Più di un milione di donne, uomini e bambini sono morti nei campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz-Birkenau. E chi ha potuto sfuggire alla morte ne è uscito segnato dalla fame e dalla violenza. Per commemorare le vittime e i sopravvissuti liberati 75 anni or sono, il 27 gennaio 2020 si è tenuta una cerimonia ad Auschwitz. 

Incontro con i sopravvissuti all'olocausto

In questo contesto, alla presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga stava particolarmente a cuore ricevere personalmente i sopravvissuti all'olocausto. L'incontro si è svolto il 19 gennaio 2020 a Berna.

La maggior parte delle persone conosce la politica disumana dei nazisti e dei loro complici attraverso articoli di giornale, racconti o mostre. È noto, inoltre, che diversi sopravvissuti all'olocausto vivono in Svizzera. Eppure il loro destino a volte rischia di cadere nel dimenticatoio. «Per questa ragione mi stanno particolarmente a cuore gli incontri personali, che permettono di mantenere vivo il ricordo di questa tragedia immane», ha sottolineato la presidente della Confederazione Sommaruga durante l'incontro. All'evento hanno partecipato anche alcuni studenti dell'università di Berna.

Gabor Hirsch, superstite dell’olocausto
Gabor Hirsch, superstite dell’olocausto: «Mi auguro un mondo senza guerre, senza emarginazione, senza fame e dove tutti abbiano gli stessi diritti.»
© Béatrice Devènes

Cerimonia commemorativa ad Auschwitz

Alla cerimonia commemorativa tenutasi il 27 gennaio 2020 ad Auschwitz hanno partecipato numerosi sopravvissuti, capi di Stato e di Governo nonché diversi rappresentanti di organizzazioni che si adoperano per la conservazione del memoriale. La presidente Sommaruga, accompagnata da due studenti, ha visitato il museo di Auschwitz-Birkenau.  

«Non possiamo cancellare gli errori del passato. Ma possiamo trarne degli insegnamenti, mantenendo gli occhi aperti e spirito critico», ha sottolineato la presidente della Confederazione Sommaruga nel suo messaggio pronunciato in occasione della Giornata internazionale di commemorazione in memoria delle vittime dell’olocausto. «La dignità umana è un bene prezioso e vulnerabile. Abbiamo il dovere di proteggerla, anche dalla violenza statale. Ogni essere umano è unico.»  

Link

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/uvek/bundesraetin-simonetta-sommaruga/anlaesse/treffen-mit-holocaust-ueberlebenden.html