Cantoni: verso la realizzazione dell'Agenda 2030

Ittigen, 05.11.2019 - Diciannove Cantoni hanno partecipato al rilevamento 2019 del Cercle Indicateurs, il sistema di indicatori dei Cantoni e delle città per valutare lo sviluppo sostenibile. Per la prima volta i contributi dei Cantoni vengono correlati con alcuni obiettivi dell'Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

Quest'anno per la prima volta i risultati del Cercle Indicateurs sono stati confrontati con alcuni obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) dell'Agenda 2030 dell'ONU. L’Agenda 2030 costituisce il quadro di riferimento per la messa in atto dello sviluppo sostenibile in Svizzera. Il rilevamento del Cercle Indicateurs di quest’anno mostra che i Cantoni presentano buoni risultati in termini di sviluppo sostenibile. Il confronto con gli OSS evidenzia tuttavia alcuni settori nei quali è tuttora necessario intervenire per mettere in atto l'Agenda 2030.

Lavoro: in generale buoni risultati, ma ritardi sul fronte delle innovazioni

I risultati concernenti l'OSS 8, relativo alla crescita economica e alle condizioni di lavoro dignitose, mostrano il buon rendimento dei Cantoni in termini di produttività del lavoro e del livello di qualifica della popolazione. Tuttavia, la quota di posti di lavoro nei settori innovativi, pari in media al 27 per cento, rimane stabile e la crescita economica sostenibile è conseguita tramite creazione di posti di lavoro proprio in questi settori.

Politica: debole partecipazione

Un indicatore essenziale della democrazia, ovvero il tasso di partecipazione alle elezioni e alle votazioni federali, non ha mai superato la media del 50 per cento dagli inizi del ventunesimo secolo. La quota delle donne nei Parlamenti cantonali è stata in media del 14-38 per cento e, a livello di esecutivi, dello 0-60 per cento. Si tratta di risultati ancora molto lontani dall’obiettivo dell'uguaglianza di genere a cui mira l'OSS 5. Attraverso l'OSS 16, i Cantoni promuovono delle misure per aumentare la partecipazione alle elezioni e alle votazioni nonché ai processi decisionali in ambito politico. Questo obiettivo di sostenibilità esige tra le altre cose che le decisioni prese siano il frutto di un processo partecipativo e rappresentativo.

Territorio: più spazi naturali pregiati e superfici abitative

Considerando tutti i Cantoni, la superficie degli spazi naturali pregiati è aumentata fino a raggiungere mediamente l'8 per cento della superficie cantonale. Si tratta di uno sviluppo positivo nell’ottica dell'OSS 15 relativo agli ecosistemi terrestri. Anche le superfici abitative continuano peraltro a crescere, principalmente a scapito delle superfici agricole. Per preservare gli ecosistemi naturali e arrestare la distruzione della biodiversità, i Cantoni devono continuare a impegnarsi per proteggere gli spazi naturali e limitare l'estensione delle superfici d'insediamento.

Mettendo in relazione gli OSS con i risultati del rilevamento del Cercle Indicateurs si sono potuti evidenziare i progressi dell'attuazione dell'Agenda 2030 nei Cantoni. Dal 2020 è prevista una revisione del Cercle Indicateurs con lo scopo, tra l’altro, di considerare maggiormente gli OSS.

Cercle Indicateurs
La rete nazionale Cercle Indicateurs esiste dal 2003. È stata promossa dall’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE) e dall’Ufficio federale di statistica (UST), in collaborazione coll'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e con diversi Cantoni e città, con lo scopo di misurare e confrontare lo sviluppo sostenibile nei Cantoni e nelle città. Nell'ambito di questo progetto vengono analizzati una trentina di indicatori concernenti i settori ambiente, economia e società. Due terzi dei dati analizzati provengono dalla statistica dell'UST, mentre il terzo restante è trasmesso all'Ufficio dalle città e dai Cantoni. Dal 2019 gli indicatori sono accompagnati da gruppi di dati che consentono di completare le informazioni fornite. I Cantoni effettuano rilevamenti ogni due anni, le città ogni quattro. Il rilevamento 2019 comprende i dati di 19 Cantoni; il Canton Glarona è alla sua prima partecipazione.
Hanno partecipato i seguenti Cantoni:
AG, AR, BE, BL, FR, GE, GL, LU, NE, SG, SO, SZ, TG, TI, UR, VD, VS, ZG e ZH.
I dati citati si riferiscono a questi Cantoni.

L’Agenda 2030 e i suoi obiettivi di sviluppo sostenibile
Nel 2015 la Svizzera ha adottato l'Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile come quadro di riferimento per la messa in atto dello sviluppo sostenibile a livello nazionale. I 17 obiettivi di sviluppo sostenibile OSS (Sustainable Development Goals, SDGs) e i 169 sotto-obiettivi ad essi associati costituiscono il nucleo dell’Agenda 2030. Essi tengono conto delle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, ossia economia, società ed ecologia.


Indirizzo cui rivolgere domande

Maria Stoll, collaboratrice scientifica, sezione Sviluppo sostenibile, Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE,
tel. 058 484 92 45, e-mail: maria.stoll@are.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/uvek/medien/medienmitteilungen.msg-id-76920.html