Le politiche ambientale ed europea al centro della visita in Austria della presidente della Confederazione

Berna, 30.01.2020 - In occasione della sua prima visita bilaterale all’estero, giovedì 30 gennaio, la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha incontrato a Vienna il presidente austriaco Alexander Van der Bellen. Ha inoltre potuto intrattenere degli scambi con il cancelliere austriaco Sebastian Kurz e con la nuova ministra dei trasporti e dell’energia Leonore Gewessler. Le discussioni si sono concentrate sulle relazioni bilaterali, l’ambiente e la politica europea.

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e il presidente austriaco Alexander Van der Bellen hanno reso onore alle strette relazioni intrattenute da Svizzera e Austria in molti settori, rilevando che tali legami consentono ai due Paesi di adottare un approccio concertato a grandi sfide come il cambiamento climatico. La presidente della Confederazione e il presidente austriaco concordano sul fatto che la mitigazione del riscaldamento globale passa attraverso la definizione di obiettivi ambiziosi, ma necessiti altresì di una risoluta attuazione degli stessi.  Delle misure a favore della protezione del clima beneficerebbe anche l’economia. Essi reputano che la Conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico (COP 25) tenutasi a Madrid nel dicembre 2019 abbia avuto esiti insoddisfacenti e sottolineano la necessità di raggiungere risultati concreti in occasione della prossima Conferenza sul cambiamento climatico che si svolgerà a Glasgow (Regno Unito). Entrambe le parti hanno deciso di preparare questa conferenza in stretta collaborazione; un approccio che adotteranno anche in occasione della Conferenza delle Nazioni Unite sulla biodiversità, prevista a Kunming (Cina) nell’ottobre 2020.

I colloqui si sono concentrati anche sulla politica europea della Svizzera. La presidente della Confederazione ha ribadito l’obiettivo del Consiglio federale di consolidare e sviluppare la via bilaterale mediante la conclusione di un accordo istituzionale. Tuttavia, sono ancora necessari chiarimenti in tre settori per quanto attiene alla protezione dei salari, agli aiuti di Stato e alla direttiva sulla libera circolazione dei cittadini dell’UE. Questi chiarimenti sono indispensabili se si vuole ottenere una maggioranza all’interno del Paese. La presidente della Confederazione Sommaruga ha affermato che anche l’UE deve mostrare flessibilità, al fine di trovare soluzioni soddisfacenti per entrambe le parti.

Scambio con il cancelliere federale Kurz

Anche durante l’incontro con il cancelliere federale Sebastian Kurz, la presidente della Confederazione Sommaruga ha colto l’occasione per illustrare la posizione della Svizzera nella questione europea. Entrambe le parti sono interessate a intrattenere relazioni stabili e affidabili.

Simonetta Sommaruga ha incontrato pure Leonore Gewessler, la nuova ministra dei trasporti, dell’innovazione, della tecnologia, dell’energia, dell’ambiente e della protezione del clima. Il raggruppamento di questi settori in un unico ministero permette al nuovo Governo di affrontare in modo efficace questioni globali quali i trasporti, l’energia e la protezione del clima. Durante l’incontro si è parlato anche della tassa sul CO2 che la Svizzera applica all’olio da riscaldamento: una tassa che secondo la ministra Gewessler potrebbe essere un modello anche per l’Austria. Il programma della visita prevedeva anche colloqui con il presidente del Consiglio nazionale Wolfgang Sobotka e con Thomas Greminger, segretario generale dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE). L’OSCE è importante per la politica di pace della Svizzera, ad esempio per quanto riguarda la ricerca di una soluzione pacifica nel conflitto in atto nell’Ucraina orientale.

In compagnia del presidente austriaco Van der Bellen, la presidente della Confederazione ha visitato il quartiere «Viertel Zwei» che si contraddistingue per un utilizzo sostenibile dell’energia. Ha inoltre incontrato la fotografa svizzera Regina Hügli e l’artista del Vorarlberg Barbara Anna Husar, impegnate entrambe sul fronte ambientale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Harald Hammel, Servizio stampa del DATEC, +41 79 444 68 13



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/uvek/medien/medienmitteilungen.msg-id-77970.html