Sicurezza dell'approvvigionamento elettrico

In Svizzera la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico è importante sia per l'economia che per la popolazione. Il potenziale delle fonti energetiche rinnovabili è sufficientemente grande da coprire il fabbisogno energetico della Svizzera. Il Consiglio federale vuole sfruttare questo potenziale e promuovere la produzione interna di elettricità per rafforzare la sicurezza dell'approvvigionamento.

Esso il Consiglio federale ha quindi avviato diverse misure per un rapido incremento della produzione energetica e un suo impiego efficiente. In questo modo vuole creare buone condizioni quadro per la popolazione, l'economia e le imprese di approvvigionamento energetico.

Grafico «Panoramica della politica energetica e climatica» (PDF, 48 kB, 16.02.2022)PDF con link agli ultimi comunicati stampa del Consiglio federale sui temi energia, clima e accelerazione delle procedure

Legge su un approvvigionamento elettrico sicuro con le energie rinnovabili

Il Consiglio federale vuole incrementare la produzione di energia da fonti rinnovabili indigene e rafforzare la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico. Propone di potenziare le centrali idroelettriche ad accumulazione e istituire un'assicurazione per la produzione di elettricità nel periodo invernale: le aziende di approvvigionamento energetico devono essere indennizzate se trattengono una riserva di acqua nei propri bacini artificiali. Per poter attuare questa soluzione già il prossimo inverno, il Consiglio federale prevede di porre in vigore la corrispondente modifica di ordinanza già nel corso di quest'anno.

Acceleramento delle procedure

Oggi le procedure per la costruzione di grandi impianti idroelettrici ed eolici richiedono spesso molto tempo. Siccome tali progetti sono molto importanti per la produzione elettrica svizzera, il Consiglio federale vorrebbe accelerare queste procedure. A tale scopo propone di semplificare e snellire le procedure di pianificazione e di autorizzazione per gli impianti idroelettrici ed eolici più importanti, senza compromettere il diritto in materia di protezione della natura, dell'ambiente e dei monumenti storici. Inoltre il Consiglio federale è intenzionato a portare avanti lo sviluppo del fotovoltaico, proponendo di installare in futuro sistematicamente impianti fotovoltaici sulle nuove costruzioni idonee e di introdurre la possibilità di deduzioni fiscali. Nella sua seduta del 2 febbraio 2022 il Consiglio federale ha posto in consultazione un progetto con tali finalità.

Domande e risposte

Qui troverete le risposte alle domande più frequenti sulla procedura accelerata per le grandi centrali energetiche.

Tavola rotonda sull’energia idroelettrica

I rappresentanti dei principali operatori del settore idroelettrico si sono riuniti in una tavola rotonda per la firma di una dichiarazione congiunta. Tale dichiarazione contiene un elenco dei 15 progetti più promettenti per gli impianti ad accumulazione. Con la realizzazione di questi progetti si potrebbe incrementare di 2 TWh la produzione delle centrali idroelettriche ad accumulazione entro il 2040.

Due tipi di riserve di energia per affrontare eccezionali difficoltà di approvvigionamento

Nella sua seduta del 16 febbraio 2022 il Consiglio federale ha deciso una serie di misure volte a rafforzare la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico. Ha incaricato il DATEC di elaborare le disposizioni necessarie per la costruzione e l'esercizio di centrali a gas destinate a far fronte ai picchi di carico. Le centrali a gas dovranno essere disponibili in caso di situazioni straordinarie di carenza e dovranno operare in modo neutro sotto il profilo climatico. Il Consiglio federale prevede inoltre di creare una riserva di energia idroelettrica già nell'inverno 2022/23. Queste riserve potranno rafforzare la produzione di energia elettrica in particolare durante i mesi invernali. Nelle sue decisioni odierne, il Consiglio federale si basa sul piano per fronteggiare i picchi di carico con centrali a gas elaborato dalla Commissione federale dell'energia elettrica ElCom, che prevede, come misura atta a integrare la riserva di energia idroelettrica, la costruzione di due o tre centrali a gas.

Il Consiglio federale non intende tuttavia puntare solo sulla produzione, sta infatti preparando anche misure volte a garantire un impiego più efficiente dell'energia elettrica. Il Governo, tra l'altro, vuole mettere a disposizione degli incentivi supplementari affinché i riscaldamenti elettrici inefficienti siano sostituiti rapidamente con sistemi di riscaldamento efficienti e rispettosi del clima. Questa misura deve essere concretizzata con i Cantoni. Infine, sarà necessario inasprire i requisiti minimi di efficienza per gli apparecchi elettrici.

Domande e risposte

Qui troverete le risposte alle domande più frequenti sulle soluzioni per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico.

Sicurezza dell'approvvigionamento nel contesto internazionale

Forum pentalaterale dell'energia

A dicembre 2021 la Svizzera, insieme a 6 Paesi dell'UE (Forum pentalaterale dell'energia), tra cui Germania, Francia e Austria, ha firmato una dichiarazione d'intenti comune per la prevenzione delle crisi nel settore dell'elettricità. L'accordo punta a una stretta collaborazione.

Trattative tecniche tra i gestori di rete

Una rete stabile è importante per un approvvigionamento elettrico sicuro. La società nazionale di rete Swissgrid assicura l'esercizio sicuro della rete di trasporto della Svizzera. La rete elettrica svizzera è strettamente collegata a quella europea. È quindi importante che la Svizzera venga inclusa nei calcoli delle capacità per il commercio transfrontaliero di elettricità. Ciò non è più garantito dalla nuova normativa UE. Nel dicembre 2021 Swissgrid è riuscita ad assicurare una maggiore sicurezza della rete elettrica svizzera sul confine meridionale del Paese, grazie alla firma di un accordo tecnico, vale a dire un contratto di diritto privato con l'importante zona di calcolo della capacità «Italy North», che dovrà però essere riapprovato ogni anno dai regolatori dei Paesi UE.

Rapporti di ElCom e Swissgrid sul tema della sicurezza dell'approvvigionamento elettrico

Su incarico del Consiglio federale, la ElCom e la società nazionale di rete Swissgrid hanno analizzato gli effetti del mancato accordo con l'UE nel settore elettrico e hanno elaborato alcune misure che potrebbero essere attuate a breve e medio termine per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento e la stabilità della rete. Sullo sfondo di queste analisi il Consiglio federale porta avanti la pianificazione delle misure preventive volte a garantire la sicurezza dell'approvvigionamento elettrico.

Piano di salvataggio per le aziende elettriche di rilevanza sistemica

La guerra in Ucraina sta causando forti aumenti dei prezzi. Le aziende elettriche hanno pertanto bisogno di maggiori mezzi finanziari per assicurare le prestazioni di garanzia nel commercio di energia elettrica. Aumenta di conseguenza il loro fabbisogno di liquidità. In caso di insolvenza incontrollata di una grande azienda, la sicurezza dell’approvvigionamento in Svizzera potrebbe essere a rischio e si innescherebbe una reazione a catena. Il Consiglio federale vuole impedire che un tale scenario si avveri. Ha quindi deciso di mettere a punto un piano di salvataggio per le aziende elettriche di rilevanza sistemica.

Media

Comunicati stampa

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script

Manifestazioni

Eventi passati cui ha partecipato la Consigliera federale Simonetta Sommaruga

Ufficio federale competente

Ufficio federale dell'energia UFE
Tema Sicurezza dell'approvvigionamento elettrico

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/energia/sicurezza-dell-approvvigionamento-elettrico.html