Ampliamento della rete ferroviaria (ampliamento 2030/35)

Symboldbild: Dichtes Bahnnetz bei einem Schweizer Bahnhof
©Fotolia

Il traffico viaggiatori e il traffico merci su rotaia sono in forte crescita e la rete ferroviaria svizzera sta ormai per raggiungere di nuovo i suoi limiti di capacità. Il Consiglio federale propone quindi di investire circa 11,5 miliardi di franchi nell’ampliamento 2035 dell’infrastruttura ferroviaria. Gli investimenti permetteranno di migliorare l’offerta sulle tratte particolarmente sovraccariche, di potenziare le linee delle imprese ferroviarie private e di offrire collegamenti rapidi per il traffico merci.

Indispensabili ulteriori investimenti

Dal 1980 sulla rete ferroviara il traffico viaggiatori è più che raddoppiato, mentre nel traffico merci si è registrato un aumento di quasi il 40 per cento. Stando alle previsioni della Confederazione, questa tendenza si confermerà anche in futuro. Nonostante i notevoli ampliamenti, la rete ferroviaria svizzera sta ormai per raggiungere di nuovo i suoi limiti di capacità su molte tratte e in molte stazioni. Il Consiglio federale ritiene perciò indispensabili ulteriori investimenti nella rete ferroviaria. Nell’ambito della consultazione, propone in sostanza di destinare circa 11,5 miliardi di franchi all’ampliamento 2035. Il progetto posto in consultazione contiene anche una variante che prevede investimenti per 7 miliardi di franchi da realizzare entro il 2030, ma che il Consiglio federale respinge in quanto permette di eliminare solo una parte dei problemi di capacità attuali e futuri.

L’ampliamento 2035 prevede in totale circa 200 misure. I progetti maggiori riguardano la galleria di Brütten tra Zurigo e Winterthur, l’ampliamento della stazione di Zurigo Stadelhofen e la costruzione della galleria di base Zimmerberg II. Tra le altre misure maggiori figurano l’ampliamento della tratta lungo il versante sud del Giura tra Yverdon, Losanna e Ginevra e la modernizzazione della tratta Neuchâtel–La Chaux-de-Fonds. Sono inoltre previsti, in tutte le regioni del Paese, numerosi potenziamenti delle linee delle imprese ferroviarie private (cfr. qui di seguito la cartina con le misure in dettaglio)

Kleine Vorschau der Karte "Massnahmen Ausbauschritt 2035"

Ampliamento 2035 (carta)

Quadro d'insieme delle misure e progetti proposti del consiglio federale.

    

Miglioramenti nell’offerta ferroviaria

Icon Viertelstundentakt

Cadenza quartoraria

Grazie all’ampliamento si potrà intensificare l’offerta ferroviaria sulle tratte saturate. Su diverse tratte (come ad es. tra Berna e Zurigo, tra Zurigo e Zugo, tra Zurigo e Frauenfeld o tra Ginevra e Losanna) sarà introdotta la cadenza quartoraria.

Icon Halbstundentakt

Cadenza semioraria

Una migliore offerta con cadenza semioraria si avrà ad esempio sulle tratte tra Basilea e Bienne, tra Zurigo e Lucerna o tra Losanna e St. Maurice.

Icon Bahnhöfe

Ampliamento di stazioni

Diverse stazioni verranno adeguate al volume crescente di passeggeri e alle esigenze dei disabili. Questo tipo di interventi riguarda ad esempio le stazioni di Basilea FFS, Olten, Lenzburg, Wädenswil, Nyon, Neuchâtel o Morges.

Icon Gueterverkehr

Traffico merci

Per il traffico merci sono previsti numerosi miglioramenti: grazie ad ampliamenti mirati sull’asse est-ovest il traffico merci potrà usufruire di collegamenti rapidi.

La fase di ampliamento è stata elaborata per la prima volta in base ai principi contenuti nel progetto di finanziamento e ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria (FAIF), accettato dal Popolo e dai Cantoni nel 2014. A fine 2018 il Consiglio federale trasmetterà il relativo messaggio al Parlamento, che ne dibatterà nel 2019.

Ufficio federale competente

Ufficio federale dei trasporti UFT
Dossier: Programmi di ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/trasporti/investimenti/ampliamento-2030-35.html