Glossario sul finanziamento delle infrastrutture di trasporto

Qui di seguito le definizioni dei principali termini o locuzioni utilizzati in relazione al finanziamento delle infrastrutture di trasporto.

Completamento della rete di strade nazionali

La rete viaria nazionale definita nel decreto federale concernente la rete delle strade nazionali del 1960 dal Parlamento comprende 1892,5 chilometri di strade. Alla fine del 2010 ne erano stati ultimati 1790,1 chilometri. Il completamento della rete viaria nazionale spetta ai Cantoni; la Confederazione copre tuttavia gran parte dei costi ed esercita l'alta vigilanza. Nel 2011 il Parlamento ha liberato 740 milioni di franchi, attingendo al fondo infrastrutturale per completare la rete di strade nazionali.

Contrassegno autostradale

Il contrassegno autostradale è obbligatorio per poter circolare sulle strade nazionali svizzere di prima e seconda classe. Introdotto nel 1985, fino al 1995 il suo prezzo era di 30 franchi, dopodiché è aumentato di 10 franchi.

Nel 1995 il suo prezzo è stato adeguato al rincaro e aumentato a 40 franchi. I proventi del contrassegno autostradale servono a finanziare la costruzione, l'esercizio e la manutenzione delle strade nazionali.

Esercizio della rete di strade nazionali

Il compito degli enti preposti consiste nel garantire l’efficienza della rete delle strade nazionali nonché la sicurezza degli utenti della strada. Gli enti preposti diverse prestazioni, quali il servizio invernale, la pulizia, la riparazione delle opere, la manutenzione corrente delle strade, delle opere di genio civile, delle gallerie nonché degli equipaggiamenti di esercizio e sicurezza. La manutenzione corrente garantisce l’esercizio sicuro delle strade nazionali. Ciò comprende sia la manutenzione degli spartitraffico e delle scarpate, sia pulizia, sgombero della neve e lavori affini. I fondi destinati all’esercizio delle strade nazionali provengono dal Finanziamento speciale del traffico stradale (FSTS) e dal Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA), per un totale annuo di circa 350 milioni di franchi. L’esercizio delle strade nazionali è di competenza di 11 unità territoriali, con le quali la Confederazione ha stipulato convenzioni sulle prestazioni.

FAIF (Finanziamento e ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria)

(In tedesco: FABI)

Il 9 febbraio 2014 Popolo e Cantoni hanno accolto il Decreto federale concernente il finanziamento e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF). Con esso viene istituito un nuovo Fondo, di durata illimitata, grazie al quale sarà garantito l'investimento di sufficienti mezzi finanziari nell'esercizio, nella manutenzione, e nell'ampliamento della rete ferroviaria.

Ferrovia 2030

Il progetto Ferrovia 2030 è stato sostituito dal Programma di sviluppo strategico dell'infrastruttura ferroviaria (PROSSIF).

FInFer (Fondo per l'infrastruttura ferroviaria)

(In tedesco: BIF)

Il 9 febbraio 2014 Popolo e Cantoni hanno accolto il Decreto federale concernente il finanziamento e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF), istituendo così un nuovo Fondo di durata illimitata, il cosiddetto Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FInFer). In questo modo, grazie a uno strumento di finanziamento unico, saranno garantiti l'esercizio, la manutenzione e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria. Il nuovo articolo costituzionale crea inoltre i presupposti per la realizzazione della prima fase di ampliamento della rete, già approvata dal Parlamento, che prevede investimenti fino al 2025 pari a 6,4 miliardi di franchi. Per la fase d’ampliamento 2035, il Consiglio federale chiede al Parlamento investimenti pari a circa 11,9 miliardi di franchi.

FOSTRA (Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato)

(In tedesco: NAF)

Per assicurare nel lungo periodo il finanziamento delle strade nazionali e del traffico d'agglomerato, il Consiglio federale ha deciso di istituire a livello costituzionale un fondo a tempo indeterminato: il cosiddetto Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato (FOSTRA). In questo modo, le strade e la ferrovia sono trattate in modo analogo. Per la ferrovia la soluzione, già accolta da Popolo e Cantoni, è rappresentata dal Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FInFer), mentre per mantenere e migliorare la funzionalità della rete delle strade nazionali sono necessari determinati interventi di ampliamento e di aumento della capacità. In futuro questi lavori saranno integrati nel Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali (PROSTRA).

FTP (Finanziamento dei progetti d'infrastruttura dei trasporti)

(In tedesco: FinöV)

Decreto federale concernente la costruzione e il finanziamento dei progetti d'infrastruttura dei trasporti (FTP), accettato dal popolo e dai Cantoni il 29 novembre 1998, che disciplina il finanziamento dei quattro grandi progetti relativi all'ammodernamento dell'infrastruttura ferroviaria delle ferrovie svizzere: 1a tappa di FERROVIA 2000, NFTA (Nuova ferrovia transalpina), raccordo della Svizzera orientale e occidentale alla rete europea ad alta velocità (raccordo RAV) e risanamento fonico delle ferrovie.

FSTS (Finanziamento speciale del traffico stradale)

(In tedesco: SFSV)

Con la creazione del FOSTRA il Finanziamento speciale del traffico stradale (FSTS), alimentato per metà dai ricavi dell’imposta sugli oli minerali, ha assunto una nuova funzione. In precedenza, tutti i compiti della Confederazione concernenti il settore delle strade erano effettuati nel quadro del FSTS; ora quest’ultimo finanzia tutte le uscite a titolo di riversamento della Confederazione nel settore delle strade. Le uscite a titolo di riversamento comprendono principalmente i contributi ai Cantoni per la rete delle strade principali, a cui si aggiungono inoltre i contributi ai Cantoni non direttamente vincolati alle opere. Sono compresi anche i contributi alla ferrovia, come ad esempio a favore di grandi progetti ferroviari (quota NFTA), per la promozione del traffico combinato o, infine, a favore di misure di tutela dell’ambiente, del paesaggio e di protezione dai pericoli naturali.

Imposta e supplemento fiscale sugli oli minerali

L'imposta sugli oli minerali è riscossa sul petrolio, sugli altri oli minerali, il gas naturale e i prodotti derivati, nonché su tutti i carburanti. La metà di queste entrate confluisce nel Finanziamento speciale del traffico stradale (FSTS), il 45 per cento nella cassa federale, mentre il 5 per cento viene destinato ai Cantoni.

Ai carburanti si applica inoltre il supplemento fiscale sugli oli minerali. Le entrate che vi derivano confluiscono integralmente nel Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA).

Gli importi riscossi su benzina e diesel sono così definiti:

  Benzina (ct./l) Diesel (ct./l)
Imposta sugli oli minerali 43.12 45.87
Supplemento fiscale sugli oli minerali per i carburanti 30.00 30.00
Totale 73.12 75.87

NEB (Decreto concernente la rete delle strade nazionali)

L’attuale tracciato della rete delle strade nazionali si basa sostanzialmente sul decreto federale del 1960 concernente la rete delle strade nazionali. Nel frattempo, il cosiddetto decreto concernete la rete non soddisfa più appieno gli attuali bisogni del settore.

L’approvazione del Progetto FOSTRA implica una modifica del NEB: all’inizio del 2020, la Confederazione integrerà circa 400 chilometri di strade cantonali nella rete delle strade nazionali.

NFTA (Nuova ferrovia transalpina)

(In tedesco: NEAT)

La Nuova ferrovia transalpina (NFTA), comprendente le nuove gallerie di base attraverso il San Gottardo, il Lötschberg e il Ceneri, rientra nel progetto FTP. La galleria di base del Lötschberg è entrata in servizio nel 2007, quella del San Gottardo nel 2016, mentre la messa in servizio di quella del Ceneri è prevista per il 2020. Per poter trasferire dalla strada alla ferrovia una quota possibilmente elevata del traffico pesante transalpino, la Svizzera realizza la NFTA, la Nuova ferrovia transalpina. Grazie alle nuove gallerie di base attraverso le Alpi e al potenziamento delle tratte d'accesso, i collegamenti nord-sud nel traffico merci e viaggiatori diventeranno più brevi, rapidi ed efficienti.

Approfondimenti sulla NFTA:

PROSSIF (Programma di sviluppo strategico dell'infrastruttura ferroviaria)

(In tedesco: STEP Bahninfrastruktur)

Il Programma di sviluppo strategico dell'infrastruttura ferroviaria (PROSSIF) sostituisce il progetto Ferrovia 2030 e completa il Programma SIF. La Confederazione ha raggruppato nel PROSSIF i progetti, classificandoli in due livelli di urgenza e definendo le diverse fasi di ampliamento. La prima fase, da attuare entro il 2025, è già stata deliberata dal Parlamento e prevede progetti per 6,4 miliardi di franchi. Per la seconda fase di ampliamento fino al 2035, il Parlamento ha deciso di investire circa 12,89 miliardi di franchi.

PROSTRA (Strade nazionali)

(In tedesco: STEP Nationalstrasse)

Il Programma di sviluppo strategico delle strade nazionali (PROSTRA) è lo strumento di pianificazione per l’ulteriore sviluppo della rete di strade nazionali. Il Programma comprende tutti i progetti di ampliamento e di potenziamento previsti nei prossimi anni, la cui realizzazione entro il 2030 necessiterà di investimenti per 14,8 miliardi di franchi. Questi progetti con orizzonte realizzativo 2030 si concentrano soprattutto sugli agglomerati urbani e mirano a risolvere i problemi di maggiore urgenza, contribuendo così in modo significativo a valorizzare i comprensori insediativi.

Il Consiglio federale sottopone al Parlamento, di norma ogni quattro anni, un messaggio con indicazioni sull’attuazione, sulla portata e sulla priorizzazione degli ulteriori progetti. Per i progetti che in un prossimo futuro sono pronti per la realizzazione, il Governo chiede al Parlamento di sbloccare i fondi necessari.

SIF (Sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria)

(In tedesco: ZEB)

Dal 1° settembre 2009 è in vigore la legge federale sullo sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (LSIF). Si collega al progetto Ferrovia 2000 e favorisce il processo di modernizzazione e l’ampliamento dell’infrastruttura ferroviaria svizzera. Il programma di sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (SIF) permette di far fronte al continuo aumento della domanda nel settore del traffico viaggiatori, mentre per il traffico merci è prevista la realizzazione di adeguate tratte di accesso alle gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri (NFTA). Nell'ambito di questo programma è prevista la realizzazione di numerosi progetti di ampliamento in tutta la Svizzera. A tale scopo il Parlamento ha stanziato un credito di 5,4 miliardi di franchi Entro fine 2017, i tre quarti dei progetti erano in fase di costruzione o già in servizio.

TTPCP (Tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni)

(In tedesco: LSVA)

Tassa stradale applicata su tutto il territorio e riscossa sugli automezzi pesanti in funzione della distanza percorsa, del peso e delle emissioni inquinanti. Essa comprende i costi di costruzione, esercizio e manutenzione delle strade nonché una parte quantificabile dei costi esterni (incidenti, rumore, inquinamento dell'aria). La tassa è dovuta per tutti gli autoveicoli e i rimorchi con un peso totale autorizzato superiore a 3,5 tonnellate, che servono per trasportare merci e che sono immatricolati in Svizzera o all’estero e circolano sulla rete stradale pubblica svizzera.

Uffici federali competenti

Ufficio federale dei trasporti UFT

Ufficio federale delle strade USTRA
Tema Rete di strade nazionali

Ufficio federale delle strade USTRA
Tema Mobility Pricing

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/trasporti/investimenti/glossario.html