Principi della politica di sviluppo del territorio

Veduta aerea di un comprensorio insediativo
© Sandstein / Wikipedia

Il suolo svizzero è oggetto di forti pressioni. La crescita demografica, una mobilità in continuo aumento e le esigenze spaziali dell'economia provocano un incremento del fabbisogno di superfici abitative e lavorative come pure di spazio per le infrastrutture dei trasporti. La superficie insediativa pro capite continua ad espandersi e ogni secondo va perso circa un metro quadrato di superficie agricola. In Svizzera lo sviluppo territoriale non è quindi così sostenibile come lo richiederebbe la Costituzione federale.

Per contrastare queste tendenze la Confederazione ha adottato una serie di contromisure di pianificazione territoriale. Con la revisione della legge sulla pianificazione del territorio, ad esempio, persegue l'obiettivo di arginare l'utilizzazione eccessiva del suolo e la speculazione fondiaria. Le zone edilizie troppo estese vengono ridimensionate e le riserve di terreni edificabili sfruttate in modo più mirato. Ciò garantisce uno sviluppo degli insediamenti più compatto, preserva il paesaggio e mantiene l'attrattiva della Svizzera come luogo di domicilio e di lavoro.

Nella sua seduta dell’8 maggio 2020, il Consiglio federale ha adottato la Strategia Suolo Svizzera e un pacchetto di misure atto a garantire in modo sostenibile la risorsa suolo; tra esse rientrano il Piano settoriale delle superfici per l'avvicendamento delle colture, il Centro di competenza suolo e una strategia per il rilevamento nazionale di informazioni sul suolo.

Inoltre, per la costruzione al di fuori delle zone edificabili, il Consiglio federale propone una serie di novità e precisazioni. A tal fine ha adottato e trasmesso al Parlamento un messaggio concernente la seconda tappa della revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio.

Il Progetto territoriale Svizzera, elaborato dalla Confederazione, dai Cantoni, dalle città e dai Comuni, fornisce il quadro orientativo della politica federale in materia di sviluppo territoriale.

12.05.2021

Il Consiglio federale rinuncia a un proprio controprogetto indiretto all'iniziativa paesaggio

Il Consiglio federale accoglie con favore il controprogetto indiretto della Commissione dell'ambiente, del territorio e dell'energia del Consiglio degli Stati (CAPTE-S). Il progetto della Commissione soddisfa i parametri determinanti fissati dal Consiglio federale per un controprogetto all’iniziativa paesaggio. Nella sua seduta del 12 maggio 2021 ha perciò deciso di rinunciare a un proprio controprogetto.

Contatto

Segreteria generale
Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni DATEC

Palazzo federale nord
CH-3003 Berna

Tel.
+41 58 462 55 11

info@gs-uvek.admin.ch

Altri contatti

Stampare contatto

Joblandkarte

Impieghi nel campo dell’ingegneria al DATEC

Scoprite la varietà degli impieghi nel campo dell’ingegneria al DATEC attraverso i 22 profili professionali!

Mappa degli impieghi

Posti vacanti e condizioni di lavoro

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/sviluppo-del-territorio/politica-di-sviluppo-del-territorio.html