Revisioni della legge sulla pianificazione del territorio

Cantiere in zona abitativa
© Yves Maurer

Allo scopo di arginare l’utilizzazione eccessiva del suolo e la speculazione fondiaria, la legge sulla pianificazione del territorio (LPT) è stata riveduta una prima volta nel 2014. Il nuovo testo di legge, in vigore dal 1° maggio 2014, intende ridimensionare le zone edificabili troppo estese e sfruttare in modo più mirato le riserve di terreni edificabili.

Ciò garantisce uno sviluppo degli insediamenti più compatto, preserva il paesaggio e mantiene l'attrattiva della Svizzera come luogo di residenza e di lavoro.

Con la seconda revisione della LPT si vogliono introdurre ulteriori misure volte a contrastare l'espansione disordinata degli insediamenti. Al centro vi sono la protezione dei terreni coltivi e il migliore coordinamento territoriale delle infrastrutture (strada, ferrovia, elettricità). Alla fine della consultazione, per le prossime tappe della revisione il Consiglio federale ha definito i seguenti aspetti essenziali:

  • costruzioni al di fuori delle zone edificabili: semplificare le disposizioni legislative;
  • sottosuolo: esaminare l’opportunità di precisare i principi fondamentali;
  • spazi funzionali: esaminare i quadri normativi per la promozione di pianificazioni sovracantonali.

La Confederazione ha elaborato il progetto insieme a Cantoni e Comuni e ha gradualmente esteso la partecipazione ad altre cerchie interessate. Nell'ambito di questi lavori di approfondimento sono stati sviluppati, in particolare, gli approcci per la pianificazione e la compensazione, intesi ad accordare ai Cantoni un margine di manovra più ampio per le costruzioni al di fuori delle zone edificabili. Il nuovo diritto in materia di pianificazione del territorio deciso durante la sessione autunnale 2023 prevede utilizzazioni al di fuori delle zone edificabili che non sono legate a un luogo specifico e che favoriscono lo sviluppo economico, tenendo conto di un obbligo di compensazione.

Ritiro condizionato dell’Iniziativa paesaggio

Il comitato d’iniziativa ha deciso un ritiro condizionato dell’Iniziativa paesaggio e sottoscritto la relativa dichiarazione giuridicamente vincolante. Quest’ultima è diventata effettiva il 15 febbraio 2024 con l’entrata in vigore del controprogetto indiretto, ossia la modifica della legge federale sulla pianificazione del territorio.

Ufficio federale competente

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
Revisioni della legge sulla pianificazione del territorio LPT

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/sviluppo-del-territorio/revisioni-legge-sulla-pianificazione-del-territorio.html