Strategia delle infrastrutture federali

Foto simbolo: strategia infrastrutture

Infrastrutture efficienti e ben funzionanti nelle reti energetiche, dei trasporti e delle telecomunicazioni in Svizzera garantiscono la competitività dell’economia e assicurano la coesione interna del Paese. Affinché tutto ciò sia possibile anche nel 2030, occorre mantenere le reti nella loro sostanza, gestire in modo ottimale le capacità esistenti ed eliminare tempestivamente i problemi di capacità che possono compromettere il sistema. Tutto questo è necessario perché la domanda di prestazioni infrastrutturali continuerà ad aumentare.

Queste, in breve, le conclusioni presentate nel rapporto strategico «Il futuro delle reti infrastrutturali in Svizzera", in cui il Consiglio federale offre per la prima volta una panoramica generale sulle reti energetiche, dei trasporti e delle telecomunicazioni che rientrano per lo più nella sfera di competenza della Confederazione.

Il rapporto sottolinea l'importanza per l'economia nazionale di reti infrastrutturali ben funzionanti e illustra cinque orientamenti strategici:

  • mantenimento della capacità e ammodernamento continuo delle reti infrastrutturali già altamente sviluppate;
  • protezione della popolazione e dell‘ambiente;
  • sostegno allo sviluppo territoriale auspicato;
  • creazione di condizioni quadro favorevoli per l'ulteriore sviluppo dei settori infrastrutturali;
  • garanzia di un finanziamento sostenibile.

Infine, per quanto concerne le infrastrutture per il trasporto terrestre (strade nazionali e rete ferroviaria) finanziate dallo Stato vanno garantiti un esercizio possibilmente redditizio e un finanziamento sostenibile. È perciò necessario aumentare, a medio termine, i contributi degli utenti ai costi infrastrutturali. A lungo termine, il Consiglio federale propone di introdurre in modo capillare e per tutti i vettori di trasporto una tassa sulla mobilità commisurata alle prestazioni («mobility pricing»). Tale tassa sarà calcolata in base ai tratti effettivamente percorsi, tenendo conto anche della qualità delle infrastrutture, dell'attuale domanda di trasporti e di criteri ecologici. In questo modo si creano gli incentivi atti a sfruttare in modo ottimale e sostenibile i vari vettori di trasporto.

Rapporto

Indagine conoscitiva

L'indagine conoscitiva sulla strategia nazionale in materia di infrastrutture si è svolta dal 3 novembre 2009 al 12 febbraio 2010. La sintesi delle 51 prese di posizione, inoltrate da partiti politici, rappresentanti di Cantoni e Comuni nonché da associazioni e gruppi d'interesse del settore economico e della popolazione, è pubblicata nel rapporto sui risultati:

I documenti allegati contengono i testi originali delle prese di posizione dei partecipanti all'indagine conoscitiva (secondo la struttura del rapporto sui risultati):

Contatto

Segreteria generale
Dipartimento federale dell'Ambiente, dei Trasporti, dell'Energia e delle Comunicazioni DATEC

Palazzo federale nord
CH-3003 Berna

Tel.
+41 58 462 55 11

info@gs-uvek.admin.ch

Altri contatti

Stampare contatto

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/strategia/strategia-delle-infrastrutture-federali.html