75 anni di Carta delle Nazioni Unite: il consigliere federale Cassis sottolinea l’importanza del multilateralismo per la gestione delle crisi globali

Berna, 10.06.2020 - Oggi il consigliere federale Ignazio Cassis ha partecipato a una tavola rotonda virtuale del Forum dei piccoli Stati (Forum of Small States, FOSS) insieme al segretario generale dell’ONU António Guterres e diversi alti rappresentanti governativi. I colloqui erano incentrati sulle sfide che l’ONU deve affrontare, a 75 anni dalla sua fondazione. L’attuale pandemia da COVID-19 testimonia di quanto sia importante il multilateralismo per la gestione delle crisi globali.

Il 26 giugno 2020, la Carta delle Nazioni Unite celebra i suoi 75 anni. Il FOSS ha colto l’occasione per discutere delle sfide che l’ONU deve affrontare e delle misure da adottare per superarle. «L’ONU di oggi non può essere paragonata a quella del 1945. Il mondo non è più lo stesso. Negli ultimi 75 anni, l’organizzazione è cambiata insieme a noi, ha saputo gestire sfide e ha vissuto alti e bassi, ma i valori originari sono tuttora fondamentali», ha dichiarato il consigliere federale Cassis nel suo discorso durante l’evento virtuale.

Il multilateralismo nella lotta contro il COVID-19

L’attuale pandemia mette in evidenza quanto sia importate il sistema multilaterale per la gestione delle crisi globali. «Il COVID-19 ci ha mostrato in modo ancora più chiaro quanto il nostro mondo sia interconnesso: serve coordinamento per superare insieme le crisi. È per questo che la Svizzera si impegna per un’ONU forte», ha ribadito Cassis. Un punto di vista sottolineato nel suo discorso anche da Mary Robinson, ex presidente d’Irlanda e presidente del gruppo «The Elders»: Mary Robinson ha presentato una relazione del gruppo sul ruolo del multilateralismo nella gestione della crisi legata al COVID-19 e ha invitato l’ONU a impegnarsi chiaramente a favore dei propri valori e della salvaguardia dell’ordine globale.

Portare avanti le riforme dell’ONU

Un ordine internazionale fondato sul diritto e un’ONU solida e orientata al futuro rivestono un grande interesse anche per la Svizzera. Nel suo intervento, il consigliere federale Cassis ha sottolineato l’importanza di onorare, anche oggi, le responsabilità definite nella Carta dell’ONU e di portare avanti le riforme avviate. «Le crisi globali accelerano i cambiamenti come la digitalizzazione o l’emergere di nuove tecnologie. L’ONU e i suoi Stati membri devono trasformare questa crisi in un’opportunità», ha dichiarato Cassis.

Oltre alla Svizzera e ad altri partecipanti, all’evento in videoconferenza hanno preso parte anche il segretario generale dell’ONU António Guterres e il presidente della 74a sessione dell’Assemblea generale dell’ONU Tijjani Muhammad-Bande.

Forum of Small States (FOSS)
Il Forum of Small States (FOSS) è un gruppo informale nell’ambito dell’ONU che riunisce circa 100 Stati con meno di 10 milioni di abitanti. Fondato nel 1992, è diretto da Singapore.

The Elders
Il gruppo è nato nel 2007 su iniziativa di Nelson Mandela, del musicista Peter Gabriel e dell’imprenditore Richard Branson e si impegna a favore della pace, della giustizia e del rispetto dei diritti umani.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.uvek.admin.ch/content/uvek/it/home/datec/media/comunicati-stampa.msg-id-79401.html